Pensieri sulla crisi economica in Grecia

La situazione attuale della Grecia assomiglia a quella di un paziente (Grecia) e di un medico (Germania, FMI, BCE ) che per salvarlo gli chiedono di ipotecare la propria casa  e di tagliare i viveri ai propri figli. Tra l’altro la terapia proposta, ovvero finanziamenti e ulteriore indebitamento etc, non è mica detto che funzionerà. Intanto il primo memorandum votato circa un anno fa ha fallito mandando l’economia in ulteriore recessione mentre invece ciò che serve è lo sviluppo, gli investimenti. Se rendi la gente povera, chi comprerà i beni e i servizi per far muovere l’economia?  Ora, se il paziente rifiuta di prendere il farmaco gli dicono che morirà (io lo dubito). Se invece accetta, deve ipotecare tutto. Voi vi fidereste di un medico che per curarvi vi chiede queste condizioni? Sarebbe etico? Siamo o non siamo in una Europa Unita? O la finanza ha fatto diventare tutto un gruppo di sciacalli?

I Paesi del sud Europa (detti anche PIGS) sono proprio quelli ad aver contribuito alla crescita della Germania comprando le loro macchine e i loro prodotti. Ora quelli sono in crescita e noi in deficit. E ci puniscono per quello. Vogliono abbassare il livello di vita e gli stipendi per poter comprare tutto a basso costo e poi investire come se fossero nel Bangladesh. Certo, i nostri politici sono dei corrotti, ma il governo tedesco sapeva benissimo tutto sulle mazzette che provenivano dalle multinazionali tedesche come la Siemens per aggiudicarsi dei grandi appalti, ovviamente sovrastimati, per le Olimpiadi ad Atene. Però chiudevano un’occhio perché li faceva comodo, era tutto profitto per loro (e debiti per noi). E ora ci accusano di un debito in cui hanno contribuito anche loro. Per non parlare di carri armati e armi che ci costringono di comprare nonostante in crisi. E’ vero che i nostri Paesi devono in qualche maniera risanare le proprie economie ma nessuno ha diritto di offendere la dignità di popoli fieri e con una storia importante come la Grecia e l’Italia. Se non ci fossimo noi,loro sarebbero ancora dei barbari…forse lo sono ancora! Oppure, come ci insegna la saggezza popolare,il lupo perde il pelo ma non il vizio. Alla fine sono passati solo 70 anni.

0 Responses to “Pensieri sulla crisi economica in Grecia”



  1. Σχολιάστε

Σχολιάστε

Εισάγετε τα παρακάτω στοιχεία ή επιλέξτε ένα εικονίδιο για να συνδεθείτε:

Λογότυπο WordPress.com

Σχολιάζετε χρησιμοποιώντας τον λογαριασμό WordPress.com. Αποσύνδεση / Αλλαγή )

Φωτογραφία Twitter

Σχολιάζετε χρησιμοποιώντας τον λογαριασμό Twitter. Αποσύνδεση / Αλλαγή )

Φωτογραφία Facebook

Σχολιάζετε χρησιμοποιώντας τον λογαριασμό Facebook. Αποσύνδεση / Αλλαγή )

Φωτογραφία Google+

Σχολιάζετε χρησιμοποιώντας τον λογαριασμό Google+. Αποσύνδεση / Αλλαγή )

Σύνδεση με %s





Αρέσει σε %d bloggers: